Nel magazzino di Mondo Convenienza a Calderara di Reno (Bo) inizia la lotta dei lavoratori impiegati nelle attività di distribuzione, servizio esternalizzato in appalto dalla società leader del settore del mobile. Il magazzino è il più grande in Emilia-Romagna, e ci lavorano da anni oltre cento lavoratori in appalto, molti dei quali di origine straniera (moldavi e rumeni).

Oggi, 24 gennaio 2017, tutti i lavoratori sostenuti  dalla Filt-Cgil hanno iniziato uno sciopero delle attività con presidio davanti al magazzino in via Pradazzo a Calderara di Reno per rivendicare una piena applicazione del Contratto Collettivo Nazionale del Trasporto Merci e per riaffermare i loro diritti.

Da anni nel magazzino di Mondo Covenienza si susseguono delle società cooperative in appalto che sfruttano i lavoratori con una progressiva perdita di diritti e di salario: mancato pagamento delle ore di straordinario, illegittimi addebiti sullo stipendio, irregolare utilizzo delle giornate di ferie e dei contratti di apprendistato in violazione delle norme di legge. Inoltre, negli ultimi giorni sono stati sospesi illegittimamente alcuni dei lavoratori che si sono rivolti alla Filt-Cgil di Bologna.

I lavoratori svolgono in media dodici ore di lavoro al giorno per sei giorni a settimana, alcune volte anche la domenica senza giorno di riposo, caricando i mobili sui furgoni per consegnarli e montarli direttamente dal cliente. Con questi ritmi di lavoro, nel tempo, si sono evidenziati un numero spropositato di infortuni e malattie sul lavoro, e possibili manifestazioni di malattie professionali.

La Filt-Cgil è al fianco dei lavoratori in una battaglia contro lo sfruttamento negli appalti!!!

Bologna, 24 gennaio 2017

FILT CGIL BOLOGNA