L’assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori di Bologna Fiera tenutasi oggi 7 dicembre 2016 ha espresso pieno mandato, al termine di una partecipata discussione, alla proclamazione di una giornata di sciopero per il 22 dicembre in occasione dell’assemblea straordinaria dei Soci nella quale si deciderà in merito alle modifiche statutarie.

Preoccupa la presa di posizione dei Soci privati relativamente alle prerogative dei Soci pubblici e che mettono a rischio la tenuta di un patrimonio imprescindibile per l’intera città.
Le sigle di categoria del commercio ricordano alle associazioni imprenditoriali che fanno parte della compagine societaria, che la Fiera produce un indotto annuo che sfiora i 900 mln di euro.
Alla luce di questi dati, appare evidente che l’interesse a ricapitalizzare il quartiere fieristico dovrebbe essere per tutti una priorità a prescindere dalle prerogative in capo oggi ai Soci pubblici.
Respingiamo con forza eventuali ricatti che subordino la ricapitalizzazione alla modifica dello statuto.

Bologna, 7 dicembre 2016

FILCAMS-CGIL  Luca Taddia
FISASCAT-CISL  Sara Ciurlia
UILTUCS-UIL      Carmelo Massari