Nelle scorse settimane la Fp-Cgil di Bologna ha segnalato a Coop In Cammino ripetute violazioni della normativa relativa alla turnistica e al riposo del personale. Coop In Cammino è un’azienda impegnata in servizi per anziani all’interno di strutture di ASP Città di Bologna, e secondo l’organizzazione sindacale utilizzerebbe regolarmente il personale su turni che prevedono stacchi fra l’uno e l’altro inferiori a quanto stabilito dal contratto nazionale e dalla legge dello Stato, in particolare in un caso in cui è previsto uno stacco fra il turno mattutino e quello notturno di appena 7 ore e un quarto.

Nonostante la comunicazione sindacale risalga al 4 novembre, e siano intercorse ben tre settimane, da Coop In Cammino non è giunta alcuna risposta. Si tratta di una situazione preoccupante, perché la segnalazione sindacale riguarda violazioni della normativa e del contratto nazionale, che dovrebbero essere oggetto della massima attenzione da parte di una cooperativa sociale che ha una storia di consolidata fornitura di servizi alla pubblica amministrazione.

Colpisce anche l’utilizzo di due pesi e due misure da parte di una società che negli ultimi mesi non ha esitato a utilizzare in maniera pesante lo strumento del licenziamento disciplinare nei confronti dei propri dipendenti (otto casi negli ultimi mesi, su circa 160 dipendenti sul territorio di Bologna) ma non applica la stessa rigidità nei confronti del rispetto delle normative contrattuali.

Simone Raffaelli

Fp-Cgil Bologna

striscione-coop-sociali-fp-cgil-manifestazione-bologna