Scarica documenti e notizie sugli ultimi appuntamenti congressuali!

XVII Congresso Cgil 2014

logo_full_CONGRESSO_giu

31 Luglio 2014
Eletta la nuova Segreteria Cgil Camera del lavoro metropolitana di Bologna

Oggi, 31 luglio 2014, si è riunito il Comitato Direttivo della Cgil di Bologna che su proposta del Segretario generale Maurizio Lunghi e alla presenza del Segretario generale della Cgil Emilia-Romagna Vincenzo Colla, ha eletto, a scrutinio segreto, con 83,3% dei voti favorevoli, il 13% di contrari ed il 3% di astenuti, la nuova Segreteria della Camera del Lavoro di Bologna.

In specifico la nuova Segreteria è composta da otto elementi e ha visto su 120 presenti il voto favorevole di 100 membri del Comitato Direttivo, 16 contrari e 4 astenuti.

Negli otto elementi che da oggi compongono la Segreteria della Cgil di Bologna, oltre al Segretario generale Maurizio Lunghi, vi sono quattro riconferme: Nadia Tolomelli, Sonia Sovilla, Vito Rorro e Alessio Festi facevano, infatti, parte della Segreteria precedente. A questi si aggiungono tre new entry: Magda Babini, responsabile della Camera del Lavoro Intercomunale di S.Lazzaro, Giacomo Stagni, Segretario generale Filctem Cgil, Dante Colombetti proveniente dalla Fiom.

Per Maurizio Lunghi: “Con il voto di oggi si raggiunge un risultato importante in quanto si registra una larga convergenza su un’idea di Segreteria dall’assetto plurale e unitario e orientato a porre le basi per predisporre quella coesione del gruppo dirigente necessaria per affrontare i duri impegni che ci attendono sin dalla ripresa autunnale. Dopo i mesi appena trascorsi il largo consenso registrato, nel voto del Direttivo, dalla proposta da me avanzata segnala il rispetto per le diverse sensibilità politico-sindacali (di area programmatica e di genere) che si sono registrate al Congresso e nella discussione di questi mesi. Inoltre nel rinnovamento che si è prodotto mi piace segnalare il riconoscimento verso le esperienze prodotte dalle categorie e dalle zone”.

Il Comitato Direttivo ha, inoltre, provveduto, all’unanimità alla elezione della nuova Presidente del Direttivo che da oggi è Anna Andreoli, della FP Cgil e del nuovo Ufficio di presidenza che è composto da Ivana Sandoni dello Spi, Susi Bagni della FLC e Savina Ragno della Filcams.

7 maggio 2014
Congresso nazionale Cgil a Rimini, l’intervento di Lunghi

Nella crisi “tutti hanno visto un peggioramento delle loro condizioni. Allora dobbiamo alzare lo sguardo dalle nostre discussioni interne, perchè fuori c’è il mare di disoccupati e precari che chiedono aiuto e risposte”. Così Maurizio Lunghi, segretario generale della Camera del lavoro metropolitana di Bologna, che oggi 7 maggio 2014 è intervenuto al congresso nazionale della Cgil che si sta svolgendo a Rimini. “Anche a Bologna c’è stato uno stravolgimento del tessuto produttivo così come avevamo imparato a conoscerlo. La crisi – afferma Lunghi, nell’intervento – ha prodotto la perdita di migliaia di posti di lavoro, lì dove quasi non si conosceva la disoccupazione”. Oggi gli iscritti nei Centri per l’impiego “sono 93.000, oltre 60.000 sono disoccupati di lunga durata e fanno fatica a trovare ricollocazione”. Di questi, aggiunge il segretario Cgil di Bologna, “il 55% ha oltre 45 anni di età”. Numeri che “restituiscono la durezza della situazione e ci consegnano da questo punto di vista un compito complesso. Aiutare chi è in difficoltà. Allora, è il messaggio del numero uno di via Marconi, “occorre riprendere con forza quello che è il nostro strumento principale, la contrattazione: a livello territoriale e di aziende, cominciando a costruire risposte”. Inoltre, prosegue Lunghi, “c’è il tema degli ammortizzatori sociali, che vanno rifinanziati. C’è il tema della riforma delle pensioni. C’è quello della contrattazione sull’inclusività, a partire da come ridurre o armonizzare il numero dei contratti, per evitare elementi di dumping che questo sistema favorisce”. Un tema “strategico”, in particolare, sono “gli appalti”, e tocca tutte le categorie. “E’ diventato il fulcro del moderno sfruttamento – avverte Lunghi – della frammentazione dei cicli produttivi, per non applicare i contratti di lavoro”.

Attorno agli appalti “si sono sviluppate le politiche neoliberiste, mettendo i lavoratori uno contro l’altro e indebolendo – ammette il segretario – la nostra rappresentanza”. Infine, c’è il tema del welfare e dei saperi: come diceva uno storico segretario della Cgil, Bruno Trentin, “si sostiene la crescita e la competitività solo se accompagnata da investimenti nella ricerca e nella formazione, valorizzando i saperi. Quindi lavoro, saperi e welfare – sottolinea Lunghi – sono gli elementi chiave per implementare le nostre proposte contenute nel piano del lavoro. Su questi aspetti si gioca la partita per ridare dignità al lavoro”.

In una fase di profonda difficoltà nella quale “tutti hanno visto un peggioramento delle loro condizioni”, come sindacato “incrociamo limiti profondi da parte della politica, miope non solo a livello nazionale”, dice infine il segretario Cgil di Bologna dal palco del PlaCongressi riminese. “Penso ad esempio alla contrattazione sociale, caratterizzata da tagli e rigore. Bisogna cambiare impostazione rimettendo al centro un modello basato sulla giustizia sociale e sulla sostenibilità di sistema”: in altri termini, servono “politiche di redistribuzione del reddito”. In questo contesto, “la condizione dell’unità interna – la chiosa – è un aspetto di carattere fondamentale per incidere nei processi in atto, per davvero poter condizionare i cambiamenti tutelando lavoratori e pensionati. Per continuare a essere motivo di speranza”.

24 aprile 2014
Congresso: Maurizio Lunghi eletto segretario generale Cgil Bologna

lunghi200x100bIl Comitato Direttivo della Camera del Lavoro Metropolitana di Bologna, alla presenza del Segretario generale della Cgil Susanna Camusso e del Segretario generale Cgil Emilia-Romagna, Vincenzo Colla, si è riunito oggi, 24 aprile 2014, per eleggere il nuovo segretario. Con 121 voti favorevoli su 134, 8 contrari, 4 astenuti e una scheda bianca, è stato eletto nuovo segretario generale della Camera del lavoro di Bologna Maurizio Lunghi.

Lunghi, nato nel 1962, è sposato e ha due figli. Entra nel sindacato CGIL nel 1982 come delegato della FIOM alle Officine Meccaniche del Gruppo Fochi di Calderara di Reno. Diventato funzionario Fiom nel 1987 (Zona S.Viola), nel 1993 entra nella Segreteria provinciale della FIOM bolognese e assume l’incarico di responsabile dell’Ufficio sindacale seguendo direttamente le vertenze contrattuali più complesse presenti all’epoca sul territorio. In particolare tutta la fase di riorganizzazione delle imprese degli anni novanta ed i rinnovi contrattuali aziendali in: Arcotronics, Ducati Motor, Minarelli, Malaguti Bonfiglioli, Sasib; i casi di procedure fallimentari che interessarono il territorio in quel periodo, in particolare la vertenza sul fallimento del Gruppo Fochi. Nel 2000 assume l’incarico di responsabile organizzativo della FIOM regionale. Nel  2002 entra nella Segreteria della FILT
(Trasporti) con l’incarico di seguire la vertenza ATC e la fase di liberalizzazione legata al servizio del trasporto pubblico locale. Nel 2005 assume l’incarico di Segretario generale della FILT bolognese, ruolo ricoperto fino al luglio 2010 quando entra a far parte della segreteria della Camera del lavoro metropolitana di Bologna.

Negli ultimi quattro anni, Lunghi si è occupato di contrattazione. Fra le situazioni di crisi affrontate al Tavolo provinciale: La Perla, Rizzoli, Cartiera di Marzabotto (Bo), vicenda Coopertone/Atc, ed altre. Sul fronte degli appalti pubblici, si è occupato della gestione delle clausole sociali da inserire nei bandi di gara del Comune di Bologna. Infine, Lunghi ha seguito l’accordo con il Comune di Bologna sulle aree industriali dismesse.

25 marzo 2014
Vincenzo Colla confermato segretario Cgil Emilia-Romagna

http://www.er.cgil.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/856

22 marzo 2014
Il 24 e 25 marzo a Riccione il Congresso Cgil Emilia-Romagna

http://www.er.cgil.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/851

13 marzo 2014
Congresso Cgil Bologna, il documento politico

Scarica il testo integrale del documento politico approvato lo scorso 5 marzo dal Congresso della Camera del lavoro metropolitana di Bologna:

DOCUMENTO_CONGRESSO_CDLM_APPROV_5marzo

5 marzo 2014
Chiuso il Congresso Cgil Bologna

Si è concluso in serata, presso l’hotel Savoia, il XVIII Congresso della Camera del Lavoro di Bologna.

La platea congressuale, composta da 430 delegati, dopo tre giorni di dibattito e 38 interventi, ha ascoltato l’intervento conclusivo di Elena Lattua dadella Segreteria nazionale della Cgil.

Nel pomeriggio sono stati votati gli ordini del giorno e gli emendamenti provenienti daiCongressi di categoria.

E’ stato approvato altresì un documento politico conclusivo del Congresso, intitolato “Lavoro, servizi: la città metropolitana delinea il suo futuro. Le proposte della Cgi di Bologna”. Il documento è stato approvato con 277 voti favorevoli, 110 contrari e 4 astenuti.

Successivamente a tali votazioni, il Congresso ha ascoltato l’intervento del Segretario uscente Danilo Gruppi, che dando come motivazione la caduta nel vuoto del suo appello all’unità espresso nella relazione introduttiva, ha espresso e motivato la propria indisponibilità alla ricandidatura alla carica di Segretario generale della Cgil di Bologna. La mancata risposta positiva all’appello unitario, precisaGruppi, “non è avvenuta per mancata comprensione, ma per scelta consapevole di una parte del Congresso”.

Dopo tale comunicazione è stato eletto il nuovo Direttivo, composto 150 componenti.

Nei prossimi giorni si procederà, da parte del Centro Regolatore Nazionale, ad un percorso di ascolto dei singoli componenti il nuovo Direttivo per definire la proposta più congrua per  individuare la figura del nuovo Segretario generale.

4 marzo 2014
Tutti i numeri del Congresso Cgil Bologna

Scarica il Pdf del Dossier con i numeri dell’appuntamento:

Libretto_Il_congresso_in_numeri

Qui i numeri degli iscritti divulgati in occasione del Congresso:

Libretto_Gli_iscritti_della_CGIL

Qui l’abstract della relazione sul mondo del lavoro presentata dall’osservatorio Ires:

http://Ires abstract marzo 2014

3 marzo 2014
Congresso: la relazione del segretario uscente Gruppi

L’intervento di Danilo Gruppi in apertura del XVIII Congresso della Camera del Lavoro Metropolitana di Bologna:

relaz_XVIII_Congresso_CdLM_3_5marzo_2014

3 marzo 2014
Il programma del XVII Congresso della Camera del lavoro di Bologna

invito_XVIII_Congresso_2014_Web

28 febbraio 2014
Congresso: allo Spi-Cgil rieletto Minarelli

Minarelli_CongressoIl 27 e 28 febbraio 2014 si è tenuto all’Hotel Savoia regency di Bologna il XIX Congresso territoriale dello Spi-Cgil di Bologna. In rappresentanza di circa 7127 partecipanti alle assemblee di base (280) erano presenti 295 delegati, di cui il 97.66% in rappresentanza del documento “Il lavoro decide il futuro” (Camusso) e il 2. 34% di “Il lavoro è un’altra cosa” (Cremaschi).

Il Congresso, seguito da Danilo Gruppi per la Camera del Lavoro di Bologna e da Attilio Arseni per lo Spi-Cgil nazionale, e che ha visto la partecipazione fra gli ospiti dell’assessore comunale alla Sanità e Welfare nonché contitolare della Conferenza sociosanitaria territoriale Luca Rizzo Nervo, e dell’assessore provinciale Marco Pondrelli, ha registrato nella partecipazione alle assemblee di base un numero di iscritti superiore del 24% rispetto all’appuntamento di quattro anni fa.

Durante i lavori della due giorni sono intervenuti 28 delegati e delegate, ponendo in particolare la necessità di un miglioramento del sistema di welfare per gli anziani, il bisogno di lavoro nel nostro territorio dal momento che aumentano in modo significativo i casi di famiglie a carico dei “nonni” perché senza un impiego, e la tutela del reddito dei pensionati soprattutto nel caso di chi ha pensioni inferiori agli 800euro netti.

Dopo le conclusioni di Arseni è stato votato il nuovo direttivo, composto da 90 persone diviso con una percentuale perfetta di parità fra uomini e donne. Sono inoltre stati rinnovati gli incarichi di segretari di lega della provincia: fra questi, sono risultate elette cinque nuove segretarie.

Il nuovo direttivo ha infine rieletto il segretario generale Valentino Minarelli con 72 “Sì”, 4 astenuti, 3 “No” e una scheda bianca. “Le prossime settimane saranno impegnative per lo Spi – sottolinea Minarelli – e dedicate alla contrattazione sociale sul territorio, al fine di tutelare i redditi più bassi, consolidare e qualificare i servizi sociali sul territorio con particolare attenzione alla non autosufficienza. Un primo appuntamento già fissato sarà quello con il Comune, entro fine mese, sul tavolo Anziani, per andare a migliorare la presa in carico degli anziani non autosufficienti da parte del pubblico, anche attraverso il totale impiego di risorse messe a disposizione dal fondo regionale per la non autosufficienza”.

28 Febbraio 2014

Spi-Cgil Bologna

27 febbraio 2014
Monti rieletto segretario Fiom-Cgil Bologna

Monti_GIl 10° Congresso della FIOM di Bologna ha approvato il Documento Conclusivo ed eletto il Direttivo, il quale si è riunito immediatamente e, su proposta dei  Centri Regolatori Fiom Nazionale e CGIL Bologna, ha eletto ALBERTO MONTI Segretario Generale della Fiom Territoriale di Bologna con 90 voti favorevoli, 10 contrari, 1 astenuto.

25 febbraio 2014
Stagni rieletto segretario Filctem-Cgil Bologna

Stagni_x_CongressoNelle giornate di lunedì 24 e martedì 25 febbraio 2014 si è svolto, alla sala Congresso dell’hotel Holiday Inn di Bologna, il II Congresso della FILCTEM CGIL di Bologna,
categoria che comprende chimici, tessili energia e manifatturiero.

A rappresentanza di 4.063 iscritti che abbiamo coinvolto nelle varie assemblee di base, si è riunita la platea congressuale composta da 43 delegate e 62 delegati di cui il 96,58% a rappresentanza del documento “Il lavoro decide il futuro” (S.Camusso) e il 3,42% del documento “Il sindacato è un’altra cosa” (G.Cremaschi).

La relazione svolta dal Segretario uscente Giacomo Stagni ha toccato vari temi di carattere politico generale: dalla crisi che il nostro Paese sta attraversando, alla riforma degli ammortizzatori sociali, per poi giungere a cosa è possibile fare sul nostro territorio bolognese al fine di rilanciare l’occupazione. “E’ necessario – ha dichiarato Stagni – costruire una politica industriale con le aziende che ancora oggi sul nostro territorio stanno investendo in buona qualità. Questo percorso porta sicuramente a buoni risultati sia per i lavoratori che per le imprese. Per raggiungere questo obiettivo è necessario intervenire anche con politiche di sviluppo territoriali. Alcuni esempi positivi ci dimostrano che ciò è possibile. Dobbiamo estendere questa pratica se vogliamo tentare di rilanciare il lavoro, l’occupazione e perché no il Made in Italy. Il Comune e le
Istituzioni Locali debbono orientare e favorire una politica di sviluppo, utilizzando anche le Aziende pubbliche come Hera per una politica di mantenimento della qualità dei servizi e per politiche innovative sull’energia”.

Una decina gli interventi nella prima giornata tra cui, Alberto Geraci per la Segreteria Regionale FILCTEM CGIL e Maurizio Lunghi per la Segreteria della CGIL di Bologna che ha concluso i lavori.

Nella giornata di martedì 25 febbraio il dibattito ha visto gli interventi di altri 10 delegati, mentre l’intervento conclusivo è stato di Stefania Pomante della Segreteria Nazionale della FILCTEM. La platea congressuale ha poi proceduto nell’operazione di voto dei componenti del nuovo Comitato Direttivo composto da 80 membri tra cui 34 donne e 46 uomini. A seguire i componenti del Comitato Direttivo, hanno rieletto Giacomo Stagni Segretario Generale della FILCTEM CGIL di Bologna con 68 voti a favore, 2 astenuti, 1 contrario.

Il Congresso ha approvato all’unanimità un ordine del giorno su salute e sicurezza nelle aziende del settore.

25 febbraio 2014
Ballotti confermato segretario Filt-Cgil Bologna

Ballotti_CongressoIl congresso Filt-Cgil di Bologna si è svolto il 24 e 25 febbraio al centro sociale Catia Bertasi, in via Fioravanti 22, dopo aver svolto 102 assemblee di base che hanno visto la partecipazione di 1730 lavoratrici e lavoratori. I voti validi sono stati 2345, il documento “Il lavoro decide il futuro” ha ottenuto 2190 voti, con 83 delegati ed il documento “il sindacato è un’altra cosa” ha ottenuto 155 voti con 6 delegati.

Il congresso è stato preceduto dal forum sulla situazione dei trasporti, con gli assessori provinciale e regionale, Andrea Colombo e Alfredo Peri, che hanno illustrato i progetti della mobilità a Bologna ed in Regione.  Nella prima giornata è intervenuta Antonella Raspadori della segreteria Cgil di Bologna, nella seconda giornata il segretario nazionale Franco Nasso.

Sono intervenuti complessivamente 18 delegati di tutti i comparti relativamente all’impatto della crisi sui vari settori e sulle politiche necessarie per difendere i diritti contrattuali e della mobilità. In particolare sono stati esposti i progetti che la Filt ha approntato  per aggredire i temi della legalità e nella logistica. E’ stato illustrato il progetto “InFILTrazioni legali” che partirà nella prima settimana di maggio, in sinergia con Libera ed il progetto di insediamento in Interporto, in collaborazione con il centro stranieri. Ha partecipato anche l’assessore comunale Nadia Monti che ha illustrato la proposta di legge di iniziativa popolare sul gioco d’azzardo. Ha partecipato inoltre Elisabetta Perazzo che ha illustrato l’iniziativa dell’associazione Pedrelli che gestisce l’arChivio storico della Cgil.

Il direttivo, composto da 35 membri di cui 14 donne e 21 uomini, ha votato infine rieleggendolo Alberto Ballotti come segretario generale Filt-Cgil con 31 voti favorevoli, 2 contrari ed una scheda bianca.

25 febbraio 2014
Santoro rieletta segretario Slc-Cgil Bologna

Giulia_SantoroNelle giornate di lunedì 24 e martedì 25 febbraio, al Circolo Dozza Atc di Bologna, si è svolto il V congresso territoriale di SLC CGIL (Sindacato Lavoratori della
Comunicazione).

In rappresentanza di 1497 votanti si è riunita la platea congressuale di SLC composta da 107 delegati di cui 95 (pari al 88,6%)  in rappresentanza della mozione congressuale “Il lavoro decide il futuro” e 12 (pari all’11,4%) in rappresentanza della mozione congressuale “Il Sindacato è un’altra cosa”.

Al congresso erano presenti per la struttura nazionale di categoria il Segretario Generale Massimo Cestaro, e per la segreteria della Camera del Lavoro di Bologna Nadia Tolomelli.

I lavori congressuali sono iniziati lunedì mattina  con la relazione introduttiva del Segretario Generale di categoria uscente Alessio Festi, che nella sua relazione ha fatto un analisi dei difficilissimi anni trascorsi in categoria per la situazione di crisi economica e sociale del Paese.

Il dibattito è stato partecipato e ha visto come argomenti  principali  il tema della crisi in cui vertono tutti i settori della categoria. Da Poste italiane, il settore delle telecomunicazioni, la produzione culturale a tutta la filiera industriale grafica editoriale. Con particolare attenzione ai temi della precarietà. Il congresso è stato concluso dal Segretario Generale Nazionale di categoria Massimo Cestaro.

Martedì a conclusione del congresso è stato votato il nuovo Comitato Direttivo.

Il Comitato direttivo eletto, composto da 56 membri, dopo aver salutato ringraziandolo per il lavoro svolto Festi, già dal 2012 eletto nella segreteria Cgil di Bologna, ha poi votato Giulia Santoro quale nuova Segretaria Generale di categoria con 50 voti favorevoli, 3 contrari, 3 astenuti e due schede bianche.

Giulia Santoro ha 39 anni e due figli: Ismaele  di 8 anni e Giona  di 12 mesi. Da anni lavora nel sindacato, prima nella categoria di Nidil Cgil occupandosi della questione della precarietà e dal 2006 in Slc Cgil con ruolo di segretario organizzativo e ha seguito in particolare il settore editoriale.

Nella sua relazione programmatica ha dato centralità in particolare a due questioni: il ruolo del sindacato nei tempi della trasformazione del mondo del lavoro e su come il sindacato deve “mappare da capo il mondo del lavoro e le filiere produttive” per  inaugurare una nuova fase di sindacalizzazione e di rappresentanza per chi oggi non trova tutele all’interno del contratto nazionale. Ha chiuso la relazione sulla questione di genere e su come sia necessaria una vera e propria rivoluzione culturale   su questa questione a partire dal  sindacato. “Le donne non possono essere discriminate nella loro possibilità di realizzarsi nel mondo del lavoro, nell’attività sindacale, nell’organizzazione”.

25 febbraio 2014
Maurizzi confermato segretario Fillea-Cgil Bologna

Maurizzi_2Il 24 e 25 Febbraio 2014 si è tenuto, al centro congressi Cà vecchia di Sasso Marconi (Bo), il XVIII Congresso Territoriale della Fillea-Cgil di Bologna. In rappresentanza del voto di 2728 iscritti sono stati eletti 85 delegati. Il voto degli iscritti aveva dato il seguente risultato in percentuale: 99,82% al documento il lavoro decide il futuro prima firmataria Susanna Camusso e lo 0,18% al documento Il Sindacato è un altra cosa primo firmatario Giorgio Cremaschi. Al congresso, seguito da Sonia Sovilla per la Camera del Lavoro di Bologna e da Luigi Giove per la Fillea-Cgil Emilia-Romagna, hanno partecipato 85 delegati eletti. Più di 20 trà questi sono intervenuti sottolineando l’urgenza che si sviluppi un progetto nella città e nella provincia per uscire dalla crisi attraverso investimenti pubblici e privati, per rimettere in moto il settore delle costruzioni ed i suoi collegati. Infine per la difesa necessaria del lavoro regolare e qualificato. La conclusione del Congresso è stata affidata a Walter Schiavella, Segretario Generale della Fillea-Cgil Nazionale.  A conclusione del congresso è stato votato il nuovo  comitato direttivo. Questo con 47 voti favorevoli e un astenuto ha rieletto  Segretario Generale della Fillea-Cgil di Bologna Maurizio Maurizzi, già Segretario Generale della categoria dal Marzo 2011. Tra gli impegni il Segretario rieletto ha assunto l’obiettivo della difesa dei livelli occupazionali battendosi con forza nelle imprese edili, nelle imprese industriali ed artigiane del legno e dei materiali da costruzione presenti sul territorio, stando sempre a fianco delle lavoratrici e dei lavoratori in questa delicatissima fase di forte crisi del settore. Il Segretario rieletto ha ribadito la necessità di realizzare opere strategiche per l’economia del territorio di Bologna quali: il Servizio Ferroviario Metropolitano, il collegamento veloce (Aereoporto Stazione Fiera), il Passante Nord, i nodi di Casalecchio di Reno e Rastignano e l’ultimazione della nuova Bazzanese. Inoltre ha ribadito la necessità di rinnovare gli unici CCNL di categoria ancora da rinnovare che sono quello di Ance e Cooperazione edili.  A sostegno e per il raggiungimento Del Rinnovo dei CCNL Ance e Cooperazione edili, il Segretario ha dichiarato che la Fillea di Bologna sosterrà tutte le iniziative che la Fillea Nazionale intenda mettere in campo per avere il rinnovo in tempi, che siano il più rapidi possibili, dei contratti nazionali di Lavoro ancora da rinnovare.

25 Febbraio 2014                                                        Fillea-Cgil Bologna

25 febbraio 2014
Porcelluzzi nuovo segretario Fisac-Cgil Bologna

Porcelluzzi_x_CongressoNelle giornate del 24 e 25 febbraio, al Salone Di Vittorio della Camera del  Lavoro di Bologna, si  è svolto il X° Congresso della Fisac Cgil di Bologna.  In  rappresentanza di 2757 lavoratrici e lavoratori che hanno partecipato al voto nelle assemblee di base, si è riunita la platea congressuale composta da 87 delegati tutti rappresentanti del documento “Il lavoro decide il futuro” (Camusso). Successivamente alla relazione del Segretario generale uscente Claudio Busi, sono intervenuti nel dibattito 30, tra delegate e delegati che hanno evidenziato i seguenti temi al centro del Congresso: la Crisi finanziaria che è anche crisi etica, l’importanza dei nostri valori che sono un bene collettivo in un sistema politico malato, democrazia e rappresentanza come motore di rinascita dell’organizzazione, una nuova contrattazione in un sistema di contrazione delle relazioni industriali, la Formazione continua dei lavoratori per preservare le professionalità nei processi di riorganizzazione, il monitoraggio dei prodotti finanziari che potrebbero minare il risparmio, lo shock creditizio, i contenuti delle piattaforme di  rinnovo dei Contratti Collettivi Nazionali nel settore.

La platea congressuale è stata salutata dai  rappresentanti di Fondazione Pedrelli, ANPI, FIBA CISL, FABI. Sono inoltre intervenuti al dibattito Roberto Errico, Forum per la finanza sostenibile, Vito Rorro, Segretario Cdlm Bologna e Agostino Megale, Segretario Generale FISAC Cgil nazionale, che ha concluso i lavori congressuali.

Nel corso del congresso si è svolta la tavola rotonda dal titolo ” La buona finanza” con gli interventi di Agostino Megale, Carlo Cimbri, AD di Unipol Gruppo Finanziario, Vincenzo Colla, Segretario Generale CGIL Emilia-Romagna.

Al centro del dibattito il ruolo della buona finanza per sostenere l’economia territoriale e l’innovazione in un contesto di forte competitività globale.

Il sistema creditizio dovrebbe agevolare il maggior dimensionamento del nostro tessuto produttivo caratterizzato ancora da micro imprese che non possono reggere la concorrenza dei colossi mondiali.

Il Congresso ha salutato e ringraziato per il lavoro svolto il segretario Claudio Busi,  che continuerà a collaborare con la categoria. Successivamente è stato eletto il nuovo Comitato Direttivo composto da 48 membri, tra cui 20 donne e 28 uomini. La successiva riunione del Direttivo, su proposta dei Centri Regolatori territoriale e nazionale, ha poi eletto Sabina Porcelluzzi Segretaria Generale FISAC Cgil di Bologna con 40 voti favorevoli su 43. Sabina Porcelluzzi, quadro direttivo del Monte dei Paschi di Siena, è in distacco sindacale dal 2010 con il ruolo di responsabile organizzativo della FISAC di Bologna e di componente dell’Ufficio Nazionale di Sostenibilità e Responsabilità sociale di Impresa. “Sono particolarmente orgogliosa di essere la prima donna a ricoprire questo ruolo nella categoria a Bologna. E’ il risultato di un forte impegno lavorativo, formativo e sindacale ma soprattutto della convinzione che le pari opportunità sono un bene comune. Lavorerò sul solco tracciato dai miei predecessori, senza il timore di percorrere nuove strade per scollinare questa fase così difficile per la categoria e per la Cgil”.

24 febbraio 2014
Ruocco rieletta segretario Flc-Cgil Bologna

RuoccoProseguono i Congressi di Categoria della Camera del Lavoro di Bologna.

Nella giornata di lunedì 24 febbraio, presso la biblioteca Zambeccari del liceo “Luigi Galvani” in via Castiglione 38, si è svolto il III° Congresso della Flc Cgil di Bologna.

In rappresentanza di 4.498 lavoratrici e lavoratori che hanno partecipato al voto nelle assemblee di base, si è riunita la platea congressuale composta da 82 delegati, di cui 76 (il 93%) rappresentanti del documento “Il lavoro decide il futuro” (Camusso) e 6 (il 7%) rappresentanti del documento “Il sindacato è un’altra cosa” (Cremaschi).

Successivamente alla relazione svolta dalla Segretaria generale uscente Francesca Ruocco sono intervenuti nel dibattito 20, tra  delegate e delegati che hanno evidenziato i seguenti temi al centro del Congresso: la forte preoccupazione per i pesanti tagli intervenuti in questi anni in tutti i settori della conoscenza, che per la Flc Cgil rappresentano una leva strategica di sviluppo ed uscita dalla crisi; la necessità di intensificare l’iniziativa di mobilitazione per il rinnovo dei Contratti Collettivi Nazionali nel pubblico impiego e la stabilizzazione dei precari; la necessità di rivedere radicalmente la normativa in tema di pensioni (legge Fornero) e di riorganizzazione del lavoro pubblico (decreto Brunetta); l’importanza della democrazia sindacale per di favorire e valorizzare la partecipazione e il protagonismo dei lavoratori e delle Rsu.

Sono inoltre intervenuti al dibattito Danilo Gruppi, Segretario Generale Cdlm Bologna e Domenico Pantaleo, Segretario Generale Flc Cgil nazionale, che ha concluso i lavori congressuali.

Al termine dei lavori il Congresso ha proceduto all’elezione del nuovo Comitato Direttivo composto da 42 membri, tra cui 21 donne e 21 uomini.

La successiva riunione del Direttivo, su proposta dei Centri Regolatori regionale e nazionale, ha poi rieletto Francesca Ruocco Segretaria Generale Flc Cgil di Bologna con38. voti favorevoli.

Per Francesca Ruocco si tratta di una riconferma, in quanto era stata già eletta nel 2011,  avvicendando Sandra Soster nella carica di segretaria generale.

Dopo la rielezione Francesca Ruocco ha dichiarato:”Ringrazio innanzitutto la Categoria per la fiducia che mi ha voluto riconfermare e sono molto soddisfatta per la qualità e la ricchezza del dibattito che si è svolto nelle assemblee di base e durante i lavori Congressuali. Da domani dobbiamo continuare, con maggior determinazione e forti del mandato congressuale, il nostro lavoro nel contesto difficilissimo di crisi che stanno attraversando il Paese ed i settori della conoscenza -e che non risparmia il nostro territorio-, a partire dalla riuscita dello sciopero delle attività aggiuntive di tutto il personale della scuola, che la Flc Cgil ha proclamato dal 21 febbraio al 22 marzo, contro l’ulteriore dimezzamento del Fondo per il Miglioramento dell’Offerta Formativa (già tagliato lo scorso anno), il blocco delle posizioni economiche del personale Ata, e per lo sblocco del Ccnl”.

21 febbraio 2014
Grimaldi rieletto segretario Flai-Cgil Bologna

Grimaldi_CongressoContinua lo svolgimento dei Congressi di categoria della Cgil di Bologna. Oggi si è concluso quello della FLAI dopo lo svolgimento di due giorni. 1003 sono stati i votanti nelle assemblee di base, di cui 973 (97%) per il documento congressuale “Il lavoro decide il futuro (Camusso)” e 30 voti (3%) per il documento “Il sindacato è un’altra cosa (Cremaschi)”.  La platea congressuale che si è riunita il 20 e 21 febbraio presso la Camera del Lavoro di Bologna – Via Marconi 67/2- era costituita da 42 delegati, di cui, successivamente alla relazione introduttiva svolta dal Segretario uscente Vincenzo Grimaldi, 13 sono intervenuti nel dibattito. Tra i temi emersi l’esigenza di contrapporre l’idea della riunificazione delle condizioni dei diritti e delle condizioni di lavoro alla frammentazione e all’isolamento dei più deboli, l’esigenza di contrastare la perdita di tutele collettive che si sono appalesate nei processi di ristrutturazione del tessuto manifatturiero e industriale. Lo stesso processo di impoverimento e di precarizzazione si è manifestato nel comparto agricolo dove, anzi, si riscontrano effetti ancor più eclatanti e sedimentati. Insomma: lavoro povero e precarietà di sistema.  Al termine dei lavori il Congresso della FLAI ha eletto il nuovo Direttivo composto da 31 delegati e ha riconfermato Segretario generale Vincenzo Grimaldi con 29 voti favorevoli, 1 voto contrario e un astenuto.     Dopo la rielezione Grimaldi ha dichiarato: “Considero questa mia rielezione un atto di fiducia e un incoraggiamento a continuare sulla strada intrapresa. Ho sempre pensato che una organizzazione non possa funzionare con un uomo solo al comando, ma la via di uscita dalla situazione di difficoltà che l’organizzazione vive sta nella nostra capacità da un lato, di far maturare nella gente la consapevolezza che la realtà non si modifica per delega e dall’altro di incrementare la partecipazione delle lavoratrici e dei lavoratori alla vita dell’organizzazione favorendo così la capacità di elaborazione collettiva. Senza la partecipazione attiva dei lavoratori non si va da nessuna parte, il protagonismo collettivo è la chiave di volta e l’unica via di uscita dalla crisi che la Cgil, e la nostra idea di sindacato sta oggi vivendo. Da questa crisi si deve uscire perché la Cgil è l’unica organizzazione di massa in grado di dare una speranza al Paese. L’augurio è che la ripresa di un percorso di riconquista dei diritti universali per i lavoratori e le lavoratrici, contrassegni il percorso del XVII congresso che la Cgil si appresta a svolgere”.

21 febbraio 2014
Sovilla rieletta segretario Filcams-Cgil Bologna

Sovilla_x_congressoSonia Sovilla è stata eletta segretaria generale della Filcams Cgil di Bologna.  In realtà si tratta di una riconferma in quanto la sindacalista ha già ricoperto l’incarico negli ultimi tre anni.  L’elezione è avvenuta durante il congresso della Filcams che si è tenuto nella struttura Cà Vecchia di Sasso Marconi.  126 i delegati presenti, eletti in proporzioni ai documenti congressuali che hanno visto nelle assemblee un voto a larga maggioranza per la mozione Camusso/Landini 94,37, lasciando il 5,63% al documento Cremaschi.  Durante la due giorni del congresso, che ha visto la partecipazione di Danilo Gruppi segretario generale della CDLM di Bologna, di Veronica Tagliati, segretaria generale della Filcams Emilia Romagna e le conclusioni di Franco Martini segretario nazionale della Filcams, si sono succeduti diversi interventi da parte di delegati e delegate in rappresentanza del mondo del lavoro di tutto il territorio bolognese.  I temi della precarietà del lavoro, del contrasto alle mafie, della rappresentanza nei luoghi di lavoro hanno reso vivace il dibattito, che è sfociato con l’elezione del nuovo comitato direttivo della Filcams, 66 elementi, che vede al suo interno una larga rappresentanza anche di under 35, migranti e donne.  Il nuovo direttivo ha eletto Sonia Sovilla con il 79% dei suffragi, dandogli quindi pieno mandato di guidare per i prossimi 4 anni la seconda categoria della camera del lavoro per numero di iscritti.    “E’ stato un congresso che ha ratificato che il mondo del lavoro sta cambiando e che la Filcams ne è naturale rappresentanza – dice il neo segretario Sonia Sovilla, che aggiunge-  l’assise ha visto la presenza di diversi delegati nuovi all’attività sindacale, che hanno riempito di contenuti la discussione in un momento difficile per la Cgil”.

19 febbraio 2014
Vannini confermato segretario Fp-Cgil Bologna

vanniniProseguono i congressi di Categoria della Camera del Lavoro di Bologna. Nelle giornate di martedì 18 e mercoledì 19 febbraio 2014 si è svolto presso la Camera del Lavoro di Via Marconi 67/2 il X Congresso della Funzione Pubblica CGIL di Bologna. In rappresentanza di 4296 lavoratori che hanno partecipato al voto nelle assemblee di base, si è riunita la platea congressuale composta da 104 delegati di cui 90 rappresentanti del documento “Il lavorodecide il futuro” (Camusso) e 14 rappresentanti del documento “Ilsindacato è un’altra cosa” (Cremaschi).
Successivamente alla relazione svolta dal Segretario uscente Michele Vannini sono intervenuti nel corso del dibattito 22 delegate e delegati che hanno evidenziato i seguenti temi al centro del Congresso: le difficoltà, in particolare nei settori pubblici, dell’azione rivendicativa delsindacato anche a causa delle ridotte risorse in capo agli Enti Pubblici Centrali e Locali; la necessità di rilanciare la rappresentanza e la contrattazione in una logica di estensione dei diritti e di allargamento alle logiche della filiera e di sito; la necessità di rivedere la legge 146 per consentire l’effettivo esercizio del diritto di sciopero e di rivedere la normativa in tema di pensioni con l’abrogazione della riforma Fornero.
E’ stato fatto riferimento inoltre alle impegnative sfide che riguardano i nuovi assetti istituzionali, la riorganizzazione del Sistema Sanitario Regionale, e il riassetto dei servizi educativi escolastici in particolare nel Comune di Bologna.
Nella giornata del 18 sono intervenute nel dibattito Marina Balestrieri, Segretaria Regionale FP CGIL Emilia Romagna e Antonella Raspadori della Segreteria CGIL di Bologna. Nella giornata di oggi mercoledì 19 febbraio ha concluso Rossana Dettori Segretaria Generale FPNazionale.

Al termine dei lavori il Congresso ha proceduto all’elezione del nuovo Comitato Direttivo composto da 60 membri tra cui 29 donne e 31uomini.
La successiva riunione del Direttivo su proposta dei Centri Regolatoriregionale e nazionale ha poi rieletto Michele Vannini Segretario Generale FP di Bologna con 45 voti favorevoli, 7 contrari e 5astenuti.
Anche per Michele Vannini si tratta di una riconferma. Era stato infatti eletto Segretario Generale al precedente Congresso del 2010. Dopo la rielezione Michele Vannini ha dichiarato: “Sono molto soddisfatto per la qualità del dibattito che abbiamo svolto in questi due giorni intensi, anche per il modo in cui abbiamo discusso. Mi piace pensare che questo sia un tratto distintivo della nostra categoria, una struttura sindacale viva e vitale, che si sta rinnovando, che non ha paura di discutere e che, se del caso, non teme di misurare le proprie differenze. Da stasera riprendiamo in mano le tante importanti partite aperte: la vertenza sanità, le riorganizzazioni istituzionali, il tema delle Camere di Commercio, i confronti aperti e quelli da aprire con il Comune capoluogo e il tema della trasformazione della Provincia in Città Metropolitana. Mentre prosegue il Congresso della CGIL non avremo il tempo di annoiarci”.

18 febbraio 2014
Fabbri Cossarini segretario NIdIL-Cgil

FabbriSi stanno svolgendo in questi giorni, preceduti dalle assemblee di lavoratrici e lavoratori, i congressi territoriali di categoria della Cgil di Bologna. L’iter territoriale si concluderà con il congresso  della Camera del Lavoro che si terrà dal 3 al 5 marzo. Il primo congresso si è tenuto giovedì 13 febbraio ed è stato quello di Nidil. La platea congressuale, composta da 16 delegati (votati da 86 iscritti nelle assemblee) si è espressa all’unanimità (1 astensione) per il documento “Il lavoro decide il futuro” (Camusso). Nelle assemblee 69 erano stati i voti per il documenti di maggioranza, 7 quelli per “Il sindacato è un’altra cosa”(Cremaschi). La platea congressuale di Nidil è   passata così all’elezione del direttivo di categoria composto da 10 componenti. Con 8 favorevoli e 2 astensioni il direttivo ha eletto Andrea Fabbri Cossarini segretario. Per Andrea Fabbri, 59 anni, si tratta di una riconferma. Era  stato eletto segretario Nidil , nel marzo 2013.

18 febbraio 2014
Ecco il manifesto del XVIII Congresso Cgil Bologna

Da tXVIII_Congresso_450empo l’Associazione Paolo Pedrelli nella sua programmazione rivolta alle scuole ha inserito anche l’ISART, Istituto d’Arte di Bologna, cercando sempre di condividere progetti che mettessero in valore le specificità di questo corso di studi e gli stimoli che da questa contaminazione derivano al mondo della comunicazione sindacale.

Ne è nata la consuetudine di proporre ai/alle giovani studenti/tesse, con la forma del Concorso, la ideazione di loghi e/o manifesti tematici per le iniziative che il sindacato rivolge alla città.

Così anche il manifesto del XVIII Congresso della C.d.L.M. è stato scelto fra numerosi bozzetti realizzati dai/dalle ragazzi/e dell’ISART. Per la precisione il prescelto è opera di una ragazza.

Tutti i bozzetti realizzati saranno esposti all’Hotel Savoia, dove si svolgeranno i lavori congressuali.

Gli/le studenti/tesse dell’ISART hanno già realizzato il Logo del Coordinamento Donne del Sindacato pensionati della CGIL E:R., il manifesto delle Donne dello SPI di Bologna per l’8 Marzo e la locandina dell’iniziativa delle Donne della Camera del Lavoro Metropolitana di Bologna per la stessa giornata.

5 febbraio 2014
Le nostre priorità: Lavoro e diritti. La nota Cgil nazionale

priorità lavoro e diritti Cgil nazionale 5 febbraio 2014

14 gennaio 2014
Dal 3 al 5 marzo il Congresso Cgil Bologna

Lo scorso 6 dicembre il Comitato direttivo della Camera del Lavoro Metropolitana di Bologna ha votato, e accolto all’unanimità, la delibera che stabilisce che  il XVIII Congresso della C.d.L.M. di Bologna si terrà nelle giornate del 3 / 4 / 5 marzo 2014 presso l’Hotel Savoia di Bologna, e che la platea congressuale sarà composta di 1 delegato/a ogni 400 iscritti o frazione superiore a 200, per un totale di 430 delegati/e. Il parametro di riferimento per gli iscritti è la chiusura del tesseramento al 31/12/2012.

Il Comitato Direttivo della C.d.L.M. di Bologna

Qui i documenti e il Regolamento dell’iter congressuale fino al congresso nazionale a Rimini