,

Lavoro e dati Istat, Cgil: “Nessun entusiasmo”

“Saremo chiamati gufi, ma è davvero difficile entusiasmarsi davanti ai dati diffusi quest’oggi da Istat e Inps, e non riusciamo a capire come si possano definire decisive per la crescita riforme come quella del Jobs Act”. Sono le parole di Tania Scacchetti, segretaria confederale Cgil, che commenta così gli ultimi dati sull’occupazione.

Nel dettaglio, la dirigente sindacale sottolinea “una crescita del tasso di occupazione molto lenta, estremamente precaria, dalla quale i giovani sono quasi completamente esclusi a favore degli over 50. Dell’aumento di nuovi posti di lavoro (+ 580mila nei primi 6 mesi del 2017 rispetto al 2016) la stragrande maggioranza (500mila) sono attivazioni a termine, mentre il tempo indeterminato mostra un dato negativo”.

Leggi la nota integrale