, ,

Lavoro e appalti a FICO, siglato verbale d’accordo

Nella serata di ieri, 24 luglio 2017, le organizzazioni sindacali confederali Cgil Cisl e Uil, il Comune di Bologna, e Eataly world Srl hanno firmato un accordo sugli aspetti legati all’occupazione, alla tutela del lavoro e alle prospettive lavorative all’interno del parco tematico FICO di prossima apertura.

Gli obiettivi che le parti hanno condiviso, in applicazione degli obiettivi di sviluppo contenuti nel Patto per il lavoro metropolitano firmato nel 2015, coniugano prospettive di sviluppo con la tutela del lavoro e la coesione sociale.

In particolare, le parti hanno condiviso:

– La comune volontà di garantire la regolarità delle condizioni di lavoro, la salute, la sicurezza, la legalità, nonché l’esercizio dei diritti sindacali di tutti i lavoratori dipendenti dei soggetti che opereranno all’interno del parco;
– Gli eventuali appalti saranno fatti in conformità con l’applicazione del Protocollo appalti siglato da Cgil, Cisl e Uil con il Comune di Bologna nel 2015, con l’inclusione della clausola sociale e l’obiettivo della tutela occupazionale nel caso di cambi appalto e dei cambi di soggetti economici;
– L’istituzione di un tavolo periodico di confronto per esaminare congiuntamente tutte le problematiche inerenti ai programmi di sviluppo del sito, e alla tutela del lavoro complessivamente inteso;
– Dopo l’avviamento, le parti verificheranno la costituzione di relazioni sindacali innovative al fine di rappresentare tutti i lavoratori delle aziende presenti nel parco, con l’obiettivo di istituire le soluzioni più adeguate al fine del raggiungimento delle finalità contenute nel patto, e la individuazione di elementi di welfare e di risultato economico che possano integrarsi con la condizione già usufruita dai lavoratori.

Questo accordo ci dice che le iniziative economiche di sviluppo all’interno della nostra città sono strettamente legate alla qualità del lavoro e al rispetto dei diritti e della legalità, rafforzando in modo significativo la funzione e il ruolo delle rappresentanze sociali.

 

CGIL CISL UIL BOLOGNA
Giacomo Stagni
Alberto Schincaglia
Carmelo Massari