, , , ,

La Cgil aderisce e partecipa al Bologna Pride 2017!

La Cgil della Camera del Lavoro Metropolitana di Bologna aderisce e partecipa alla Manifestazione del Gay Pride 2017 che si terrà il prossimo 1 luglio a Bologna poiché ritrova e riconosce come propri i diritti di libertà, eguaglianza di genere, autodeterminazione, di tolleranza e convivenza civile che sono alla base della manifestazione.
La violenza di genere che subiscono in molti sia nella vita che nel lavoro non è compatibile con una società avanzata e culturalmente adulta come quella che noi auspichiamo e per la quale ci battiamo quotidianamente.
Come pronuncia il documento base della manifestazione “ la discriminazione per orientamento sessuale e di identità di genere si sovrappone e si intreccia con altre discriminazioni…aumentando il rischio di solitudine, di marginalizzazione e di povertà”. Ne siamo consapevoli, e il contrasto alla discriminazioni sul lavoro e nella vita sarà al centro della nostra azione, a partire dalla promozione della Carta dei diritti universali delle lavoratrici e dei lavoratori contenuta nell’omonimo progetto di legge incardinato nel Parlamento italiano, e dalla contrattazione inclusiva che si pone che strumento operativo per la sua realizzazione. Dovunque esisteranno discriminazioni e diseguaglianze la CGIL ci sarà, nella convinzione che solo insieme potremo dar nuova vita ai diritti di tutte e di tutti.

Cogliamo infine l’appello a fare chiarezza sui gravi fatti di intimidazione avvenuti recentemente presso la scuola Gianni Rodari di San Pietro in Casale (BO) perché il Governo centrale faccia piena chiarezza
e tuteli adeguatamente la libertà di insegnamento e la sicurezza del corpo docente dell’Istituto.

Bologna, 29 giugno 2017