, ,

Public Sollievo, il 5 luglio sarà sciopero

Nei giorni scorsi, nel corso di una assemblea sindacale svolta dalla Fp-Cgil di Bologna, i lavoratori della cooperativa sociale Public Sollievo – operanti sul territorio di Bologna e che si occupano in particolare di anziani non autosufficienti nella zona di Vergato – hanno confermato la volontà di procedere con la mobilitazione dopo l’esito negativo del tentativo di conciliazione svolto la settimana scorsa in Prefettura.

I lavoratori e il sindacato lamentano il mancato pagamento dei primi tre giorni di malattia, il pagamento degli stipendi oltre il 20 del mese successivo (termine ultimo fissato dal CCNL), ritardi nel versamento del TFR e, da ultimo, il mancato raggiungimento delle ore stabilite dai contratti individuali.
Anche se la cooperativa ha affermato in più sedi di comportarsi correttamente avendo scelto di non pagare la carenza di malattia (ovvero i primi tre giorni, non a carico dell’INPS), per la Fp CGIL la situazione di questa cooperativa è assolutamente anomala, visto che le altre cooperative che applicano lo stesso CCNL e lavorano nello stesso settore (ovvero appalti e servizi in accreditamento presso Amministrazioni Pubbliche) pagano i primi tre giorni di malattia.
La posizione della della Fp Cgil è che la cooperativa in questione deve procedere alla piena e puntuale esecuzione di quanto previsto dal CCNL, e in questo senso ha chiesto un incontro anche presso l’Ispettorato del lavoro, incontro che si svolgerà alla fine del mese di giugno.
Secondo il sindacato occorrerebbe spiegare anche perché questa cooperativa percepisce fondi pubblici attraverso l’accreditamento (per esempio quelli regionali per la non autosufficienza) e non paga ai propri lavoratori le stesse somme che riconoscono altre aziende che accedono alle stesse risorse.

Il sindacato ha dunque deciso di proclamare una giornata di sciopero per il prossimo 5 luglio.

Fp Cgil Bologna

Simone Raffaelli