, , ,

Da Bologna treni e pullman: l’appello a partecipare alla manifestazione del 17 giugno contro lo #SchiaffoallaDemocrazia dei nuovi voucher

Da Bologna sono quattro i treni che, insieme ad una quindicina di pullman, sabato 17 giugno raggiungeranno Roma per permettere a cittadini e cittadine, lavoratrici e lavoratori, pensionate e pensionati, di partecipare alla grande manifestazione in programma a piazza San Giovanni contro la reintroduzione dei voucher da parte del governo. Una reintroduzione avvenuta dopo la beffa della cancellazione dei referendum, per i quali la Cgil aveva raccolto milioni di firme in tutta Italia. L’obiettivo è quello di portare nella capitale da Bologna oltre tremila persone: chi volesse partecipare può mettersi in contatto con la Camera del lavoro di Bologna telefonando allo 051/6087340.

Intanto, per discutere con gli iscritti e i simpatizzanti dell’importanza di partecipare all’appuntamento di sabato, nei giorni scorsi si sono svolti i direttivi di tutte le categorie e due attivi di zona, a Casalecchio di Reno e a San Lazzaro, che hanno portato al confronto con centinaia di lavoratori e pensionati. E proprio per consentire a tutte e tutti l’adesione alla manifestazione, nella giornata di sabato 17 tutte le sedi Cgil distribuite sul territorio di Bologna e provincia resteranno chiuse.

“Anche per rispetto nei confronti delle 60mila persone che avevano firmato solo a Bologna per i referendum e per la Carta dei diritti universali del lavoro – sottolineano i componenti della Segreteria Cgil Camera del lavoro metropolitana di Bologna – puntiamo ad una partecipazione larga e consapevole alla manifestazione di sabato. Non è solo una questione di diritti negati per lavoratrici e lavoratori, o di precariato del lavoro. E’ in gioco la questione di restituire dignità all’intero mondo del lavoro”.

La Segreteria Cgil Camera del lavoro metropolitana di Bologna