, , ,

Accordo nel magazzino Coloplast su flessibilità e orari di lavoro

Oggi, 8 febbraio 2017, i lavoratori del magazzino di Coloplast – multunazionale Danese che produce e commercializza dispositivi medici in tutto il mondo – hanno approvato all’unanimità l’accordo sottoscritto con la Filcams-Cgil di Bologna e l’RSA.
Da anni l’azienda ha condiviso la scelta di gestire la logistica legata al commercio dei suoi prodotti in forma diretta, e quindi con dipendenti direttamente assunti da Coloplast. Oggi la scelta di condividere con i suoi lavoratori e con la Filcams-Cgil le norme che regolano gli orari di lavoro e la flessibilità, siglando il primo accordo nella storia di Coloplast Italia.

L’intesa prevede che l’orario di lavoro venga articolato su cinque giornate, con prestazioni giornaliere che in nessun caso potranno estendersi oltre le ore 18, e che solo in casi eccezionali, previo confronto con le Rsa, possa essere programmato anche nella giornata di sabato, privilegiando la volontarietà.
L’accordo si applica a tutti i lavoratori del magazzino, e sancisce il riconoscimento di una pausa retribuita giornaliera di 20 minuti, che verrà fruita simultaneamente da tutti i dipendenti con modalità condivise con i responsabili aziendali, e il riconoscimento di buoni pasto di 8 euro per prestazioni lavoratrive pari o superiori alle 5 ore.
Inoltre è previsto un sistema di flessibilità che consente, in caso di necessità, di posticipare l’inizio del turno anche di 30 minuti e che, attraverso l’istituto della “Banca Ore”, concede la possibilità di accantonare una parte delle prestazioni effettuate in straordinario in un bacino di ore di permesso, garantendo comunque la retribuzione della maggiorazione. La scelta di accantonare le eventuali ore di straordinario è in capo al lavoratrore il quale, con un sistema  di preavviso definito, sceglierà anche quando godere dei permessi maturati.
La Filcams-Cgil esprime soddisfazione per un accordo che testimonia come anche in Italia è possibile gestire le attività di logistica attraverso gestioni dirette, con regole chiare e condivise, nel rispetto della conciliazione dei tempi di vita con i tempi di lavoro, e anche in un mercato “sensibile e delicato” quale è quello dei dispositivi medici. Si tratta di un settore nel quale, a volte, arrivano ordini al tardo pomeriggio per prodotti che DEVONO essere consegnati entro 24 ore: viene condiviso quindi un sistema di regole sull’organizzazione del lavoro che tenta di conciliare, anche in questa situazione, il più possibile i tempi di vita con i tempi di lavoro. I trattamenti che ne conseguono, come il riconoscimento della pausa retribuita, la distribuzione dell’orario di lavoro su 5 giornate, ed altri, sono una conseguenza di questi propositi che abbiamo cercato di salvaguardare attraverso la contrattazione.

Bologna, 8 febbraio 2017

Filcams Cgil

Vincenzo Mauriello