, , ,

Domani in Comune l’indagine conoscitiva congiunta sul caso Cna

DOMANI, 15 giugno 2016 alle 14.30, NELLA SALA IMBENI DEL COMUNE DI BOLOGNA, I LAVORATORI DI CNA BOLOGNA IN SCIOPERO DARANNO SUPPORTO ALLE PROPRIE RAPPRESENTANZE SINDACALI, IN OCCASIONE DELLA CONVOCATA UDIENZA CONOSCITIVA CONGIUNTA FRA COMUNE E CITTA’ METROPOLITANA.

Le proteste dei lavoratori di Cna Bologna di queste settimane hanno consentito di denunciare al territorio LE FORTI PREOCCUPAZIONI CHE IN QUESTE ORE PRE-NATALIZIE STANNO VIVENDO GLI OLTRE 500 LAVORATORI, che dopo aver ricevuto a 15 giorni di distanza tanto LA DISDETTA DELL’INTEGRATIVO AZIENDALE quanto L’APERTURA DI UNA PROCEDURA DI MOBILITA’ CHE COINVOLGE 37 COLLEGhi, scoprono ai tavoli di confronto che si è solo all’inizio.

La Dirigenza dichiara di voler procedere dal 1° gennaio 2017 a licenziamenti plurimi nella misura di 14 o 15 lavoratori nelle società collegate al Sistema Cna Bologna e di lasciare a casa i contratti a termine che sono impegnati in funzioni dichiarate in esubero. Sugli altri non si ci è dato sapere!

Nelle stesse ore scopriamo, senza essere smentiti ai tavoli ufficiali, che Cna Bologna fa colloqui di assunzione, procedendo ad assumere neo dipendenti FREGANDOSENE APERTAMENTE DELLA POSSIBILITA’ DI RIDURRE GLI IMPATTI DEGLI ESUBERI DICHIARATI IN PROCEDURA E AI TAVOLI DI CONFRONTO MEDIANTE LA RICONVERSIONE DI LAVORATORI GIA’ PRESENTI.
Al momento non registriamo nessuna reale apertura della Dirigenza, che possa far sperare in un confronto finalizzato a trovare accordi. Accordi grazie ai quali, dal 2013, si registrano risparmi nell’ordine di 4 milioni di euro e, con la procedura di mobilità dell’anno scorso, un risparmio strutturale nell’ordine di circa 2 milioni di euro.

MA LA TENSIONE VISSUTA DAI LAVORATORI VEDE UN’IMPORTANTE INTERESSAMENTO DELLE ISTITUZIONI DI QUESTO TERRITORIO, che dopo aver espresso solidarietà ai lavoratori con un ODG votato all’unanimità dal Consiglio Comunale di Bologna, adesso hanno indetto l’UDIENZA CONOSCITIVA CONGIUNTA.

Filcams Cgil Bologna: Stefania Pisani

Agenquadri Cgil Emilia Romagna: Luca Soddu