,

Linee guida per la Contrattazione sociale: “Discutiamo anche con Città metropolitana”

Promuovere in concreto un migliore funzionamento dell’amministrazione, attraverso la valorizzazione dei nuovi assetti istituzionali. È quanto si propongono le “Linee guida per la contrattazione sociale territoriale” presentate al Comune da Cgil, Cisl e Uil dell’area metropolitana bolognese. Per la prima volta, probabilmente anche a livello nazionale (fra le 14 Città metropolitane istituite con la legge di due anni fa), i sindacati confederali chiedono che i temi fondamentali relativi alla contrattazione sociale territoriale – dai trasporti alla pianificazione territoriale e urbanistica, al welfare coordinato dalla Conferenza socio-sanitaria – vengano discussi con un interlocutore superiore rispetto alla dimensione comunale – quella, appunto, della Città metropolitana bolognese –, con l’obiettivo di dare un peso maggiore, e più omogeneo in tutto il territorio di Bologna e provincia, agli accordi già firmati e a quelli frutto della contrattazione futura.

Leggi tutto l’articolo sul tema pubblicato su Rassegna.it

Scarica il testo delle Linee guida