, , ,

Apre il casello di Valsamoggia, ma i contratti restano precari

autostrade-filt-cgil

Martedì 8 novembre 2016, con alcuni mesi di ritardo sul previsto, dovrebbe finalmente aprire sull’autostrada A1 il nuovo casello di Valsamoggia. Autostrade per l’Italia, in occasione dell’apertura, anziché provvedere alla stabilizzazione del personale stagionale trasformando i loro contratti a tempo indeterminato, utilizzerà 4 lavoratori assunti, per l’ennesima volta, con contratti a tempo determinato.

Autostrade per l’Italia in questo modo non rispetta neppure gli accordi fin qui sottoscritti con i sindacati, e continua a giocare sulle pelle dei lavoratori attraverso la precarizzazione del lavoro.
Denunciamo inoltre che nel corso del 2016 il personale casellante di autostrade per l’Italia è diminuito nel solo Tronco di Bologna di 15 unità, e sono previste almeno altre 15 uscite entro fine anno.

Lo stesso tema delle ristrettezze di organico lo riscontriamo quotidianamente nel settore della viabilità autostradale: qui, durante l’orario notturno, è assicurata la presenza di un solo operatore che deve pattugliare e verificare l’infrastruttura su percorsi che possono arrivare fino a 200 Km.

Tutto questo è ancora più grave visto che Autostrade per l’Italia ha realizzato utili nel corso del 2015 per oltre 1 miliardo di euro.

Per questi motivi la FILT-CGIL ha già effettuato una prima azione di lotta – 4 ore di sciopero il 28 ottobre -, e si appresta ad indire un’ulteriore azione di protesta di 8 ore se questo verrà ratificato dalle assemblee coi lavoratori che terremo nei prossimi giorni.