, , ,

La Emilpack chiude la cassa integrazione e licenzia 4 lavoratori

emilpack-flai-cgil-3-novembre-2016

Si è svolta oggi, 03 novembre 2016, una partecipatissima assemblea dei lavoratori della Emilpack SRL.

Sono stati chiariti i punti critici al centro del difficile confronto con la Direzione Aziendale, in particolare sull’improvvisa chiusura anticipata della procedura di Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria. A questa sono seguite nei giorni scorsi un’incomprensibile lettera al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, e la comunicazione di voler licenziare 4 lavoratori, escludendo di fatto un confronto con le Organizzazioni Sindacali e con le Istituzioni che avevano avviato un tavolo di crisi in Città Metropolitana.

Questo comportamento ha causato  una crescente e diffusa preoccupazione tra i lavoratori. La garanzia occupazionale,  il futuro del sito di Sasso Marconi, gli eventuali esuberi e il proseguimento dell’azione risanatrice sono stati posti come elementi prioritari da discutere, presidiare e chiarire.

I lavoratori invitano quindi la Direzione Aziendale a ritirare immediatamente le procedure di licenziamento, e al rispetto degli impegni assunti nel verbale di accordo dell’11 aprile 2016 in Città Metropolitana. Inoltre, proclamano da subito lo stato di agitazione, dando pieno mandato alle Organizzazioni Sindacali di costruire le condizioni per ottenere le necessarie risposte e rassicurazioni, sul rilancio e lo sviluppo di Emilpack srl.  Una prima fermata per sciopero è stata effettuata oggi al termine dell’assemblea sindacale, con la presenza del Sindaco di Sasso Marconi Stefano Mezzetti che ha ascoltato i  lavoratori presenti nel presidio davanti ai cancelli dell’azienda.

Obiettivo comune resta comunque quello di favorire la crescita della competitività aziendale per assicurare il mantenimento e l’eventuale sviluppo dell’occupazione.
FLAI-CGIL Luigi Maiello
Bologna 03-11-2016