, ,

Fiera di Bologna: cambio importante, ora partire dal piano industriale

 

Fiera presidio Filcams Cgil Palazzo Malvezzi Bologna

La mobilitazione paga: oggi, grazie alla lotta di lavoratrici e lavoratori della Fiera, abbiamo avuto un cambio di scenario importante anche se ancora insufficiente sulla vertenza Fiera. Come CGIL ribadiamo, e i soci pubblici lo sanno bene, che è necessario arrivare, a partire dal negoziato che si aprirà domani, ad un accordo per il rilancio del quartiere fieristico che escluda i licenziamenti.

Intanto però all’incontro di oggi il sindaco Merola, anche a nome del presidente Bonaccini, ci ha comunicato di aver concordato con il presidente Boni la decisione di sospendere, già a partire dall’incontro di domani, la procedura di licenziamento collettivo e di avviare il confronto, che da tempo richiediamo, sul piano industriale. Riteniamo che sia la cosa giusta da fare, in quanto gli investimenti per l’ampliamento e l’ammodernamento del quartiere fieristico sono l’elemento imprescindibile di cui c’è urgente necessità.

Ora è possibile rimettere in ordine le cose nel modo giusto, e saremo attenti a che ciò avvenga. Ci attendiamo dunque un confronto che parta dagli investimenti, dall’assetto societario, nel quale i soci pubblici devono rimanere maggioranza di controllo, e anche rispetto all’ipotesi di un sistema fieristico regionale che necessita di un progetto preciso.

Su questi argomenti è utile e importante che si apra un confronto, in quanto la Fiera di Bologna è un vettore di sviluppo fondamentale per la città e per l’intera area metropolitana e regionale.

Ribadiamo, anche rispetto ai tanti che in questi giorni hanno parlato, anche a sproposito, di scelta inevitabile, che questa è la terra dei Patti Regionale e Metropolitano per il lavoro, e che è quindi necessario che tutti i soci – pubblici (che hanno deliberato investimenti importanti sulla Fiera) e privati (che purtroppo sono fino ad ora ottusamente restii in tal senso, pensando molto di più ai dividendi) – mettano in campo le risorse necessarie per gli investimenti.

Alessio Festi                                                  Gianluca Taddia
Segreteria CDLM-CGIL Bo                        Segreteria FILCAMS-CGIL Bo