,

Silp-Cgil Bologna: “Problemi sicurezza al Reparto Volo”

Reparto Volo Polizia Silp Cgil Bologna

Recentemente, in occasione di un briefing presso il 3° reparto volo (elicotteristi) di Bologna, veniva esaminato il contenuto di una segnalazione anonima relativa ad una problematica di “Sicurezza Volo”; tale segnalazione (la forma anonima interna, come vedremo, è prevista dall’Aeronautica Militare), in particolare, riguardava il rischio collegato ai voli con portelli aperti e con a bordo carichi non vincolati al velivolo.

Il dirigente del reparto, al termine di un vivace confronto con un delegato sindacale del Silp-Cgil, che – assieme ad altri – riteneva fondata e ragionevole quella indicazione di pericolo (attinente la sicurezza sia dei cittadini sulle cui teste opera un velivolo della Polizia di Stato, sia degli stessi operatori in volo che in caso di complicazioni meccaniche non avrebbero scampo), lasciava intendere che la nota non sarebbe stata presa in alcuna considerazione; dopo qualche giorno inoltre avviava un procedimento disciplinare nei confronti del sindacalista per averlo contraddetto e per l’atteggiamento “irrispettoso”.

È evidente che quel funzionario abbia ritenuto più importante cercare di capire chi fosse l’autore della segnalazione piuttosto che discuterne i contenuti, scoraggiando così, probabilmente, simili denunce anonime in futuro. Ciò contravviene espressamente i protocolli previsti dall’Aeronautica Militare (adottati anche dalla Polizia di Stato), ove viene considerato assai importante l’anonimato in questa fattispecie di avvisi, redatti in genere dal personale aeronavigante, proprio per evitare possibili “rappresaglie” da parte dei vertici di comando nei confronti degli autori.

Ebbene, se dopo ben 35 anni dalla promulgazione della Legge che ha sancito la smilitarizzazione della polizia, siamo costretti a convenire che una Forza Armata qual’ è l’Aeronautica Militare affina metodi di maggiore democrazia e di maggiore tutela per i suoi appartenenti rispetto alla Polizia di Stato, allora non possiamo che registrare un enorme, inaccettabile arretramento di quei valori democratici che ancora costituiscono l’essenza di quella Legge.

Il Silp-Cgil non esiterà ad avviare, ove necessario, ogni utile iniziativa volta a contrastare un modello di gestione padronale che il dirigente insiste nel voler attuare, a cominciare da una intensa campagna tesa ad informare e sensibilizzare l’opinione pubblica.

Bologna 29 giugno 2016

La Segreteria Provinciale