, ,

“Zero, tre, sei…Estate”, la nota del segretario Lunghi

asilo nido

Il progetto “Zero, tre, sei…Estate” del Comune di Bologna è stato condiviso dalla CGIL e dai sindacati in generale, in quanto si propone di dare un servizio ai bambini, aiutando le famiglie durante il periodo estivo.
Inoltre, il progetto in sé attiva un percorso di internalizzazione dei servizi all’infanzia che ha sempre rappresentato un obiettivo dell’azione sindacale, negli ultimi anni, per ridurre il ricorso agli appalti/esternalizzazioni che poi a lungo andare si trasformano in una riduzione dell’attività gestita e controllata dal pubblico.
La CGIL di Bologna non ha cambiato opinione rispetto alle ragioni di condivisione del progetto. Ovviamente, per attivare un servizio e dare “gambe” ad un progetto è necessario che le parti interessate – Amministrazione comunale e Rappresentanze sindacali – si confrontino, per giungere ad un’intesa che sappia armonizzare l’applicazione dei diversi contratti nazionali presenti. Alcune insegnanti dell’infanzia hanno il contratto nazionale della scuola, altre il contratto degli Enti locali. Contratti che hanno diversi contenuti e che quindi richiedono un confronto attento, tra le parti interessate, per individuare le condizioni di trattamento economico e normativo.
Se non si raggiunge un’intesa applicativa su questi aspetti, si rischia di impedire l’avvio del progetto o quantomeno si rischia un suo depotenziamento. Per queste ragioni, come CGIL invitiamo l’Amministrazione comunale a ricercare, attraverso il confronto sindacale, le soluzioni opportune evitando gestioni unilaterali che rischiano di pregiudicare l’importante obiettivo, da tutti condiviso, di fornire un servizio pubblico sull’infanzia nei mesi estivi.
Solo così si può predisporre un clima di collaborazione e di condivisione da parte delle insegnanti, creando le condizioni ottimali per il funzionamento del progetto e il raggiungimento della qualità del servizio nelle 12 strutture interessate ad accogliere i bambini da tre a sei anni.

Maurizio Lunghi
Segretario Generale CGIL di Bologna

Bologna, 13 maggio 2016